IX assemblea nazionale dei delegati dei volontari del servizio civile nazionale – giugno 2010

Il 26 e 27 giugno scorso si è svolta a Roma, nel Centro congressi dell’Istituto Superiore Antincendi,  la IX  Assemblea nazionale dei Delegati dei volontari in Servizio civile.

La giornata di sabato 26 è iniziata con i saluti istituzionali del Capo dell’UNSC, l’on. prof. Leonzio Borea, che ha ricordato l’importanza di essere un volontario in Servizio civile e come questo percorso possa essere un’esperienza formativa prima di entrare nel mondo lavorativo. L’on. Borea ha parlato anche del periodo critico che sta attraversando il Servizio civile e del taglio di fondi per il futuro.  Durante il suo discorso,  l’on. Borea ha parlato dei 433,80 euro mensili di spettanza, definendoli “paghetta”, termine che richiama alla mente i “bamboccioni” di qualche tempo fa del ministro Brunetta. Tale termine non sembra esser stato accolto bene dai delegati poiché  l’opinione che essi  hanno dei volontari non è quella di giovani bamboccioni che hanno bisogno della paghetta per poter fare esperienze come quella del Servizio civile, in quanto esso cambia la vita nel cuore e nella mente, non nel portafogli. 

Durante l’Assemblea sono stati nominati i nuovi rappresentanti regionali. Il meeting prevedeva come ordine del giorno la presentazione dei delegati candidati a coprire i posti lasciati dei Rappresentanti nazionali delle macroaree del Nord e del Sud. Nella mattinata di domenica 27 sono stati eletti per il nord Corrado Castobello, in servizio presso Federsolidarietà, e per il sud Fania Alemanno in servizio presso il Comune di Salice Salentino.

Durante l’assemblea sono stati affrontati numerosi argomenti e non sono mancati i confronti. Si è infatti discusso sui contributi pensionistici che molti delegati chiedono vengano reintrodotti. Si è parlato anche dell’istituzione di un’associazione di ex delegati e delegati che li unisca per rendere in maniera ancora più concreta il lavoro da loro svolto negli anni.

Le due giornate si sono concluse con un clima generale di preoccupazione, avvertita soprattutto dai delegati eletti nel 2009, poiché i fondi stanziati dal governo per la prossima finanziaria non fanno presagire nulla di buono.

Rosanna Accardo
Delegata regionale dei volontari in servizio civile della Regione Lombardia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *