Vai al contenuto

Elezione dei delegati regionali dei volontari in scv. La lettera dei delegati lombardi

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera dei delegati dei volontari in Servizio civile della Regione Lombardia, che fornisce importanti informazioni sulla rappresentanza.

A tutti i volontari in Servizio civile.

Come molti di voi sapranno, dal 10 al 13 maggio 2010 sarete chiamati a esprimere un voto per l’elezione dei vostri Delegati regionali che entreranno a far parte della Rappresentanza dei volontari in Servizio civile.

La Rappresentanza dei volontari in Servizio civile è un organo recente, creato per offrire loro l’occasione di contribuire alla crescita del servizio civile con una partecipazione attiva e responsabile nei processi decisionali dell’Ufficio Nazionale del Servizio Civile.

Da chi è costituita la Rappresentanza?

I Delegati regionali

Tra i loro compiti rientra la partecipazione all’organizzazione delle assemblee regionali con i volontari del territorio e la partecipazione alle assemblee nazionali. Diventano punti di riferimento per i volontari in servizio civile della Regione di appartenenza portando il loro punto di vista durante le assemblee nazionali o direttamente all’UNSC o ai Rappresentanti nazionali.

  • Hanno un mandato biennale
  • Sono eletti dai Volontari in SCN residenti nella stessa Regione con voto elettronico
  • Il numero dei Delegati regionali è proporzionale al numero di Volontari in SCN presenti in quella Regione
  • Eleggono i Rappresentanti nazionali all’interno delle macroaree uscenti
  • Scelgono al loro interno un Rappresentante regionale, che fa da portavoce e da punto di raccordo. Il loro mandato è di un anno

Rappresentanti nazionali dei volontari in servizio civile

Tra i loro compiti rientra la partecipazione all’organizzazione delle assemblee nazionali con i delegati regionali volte alla designazione dei Rappresentanti nazionali o volte all’approfondimento, attraverso la creazione di gruppi di lavoro o in assemblea plenaria, delle varie problematiche per arrivare a redigere un documento finale e condiviso che raccoglie suggerimenti e proposte da presentare in Consulta. Partecipano ai tavoli di lavoro della Consulta e tengono le redini della comunicazione con i rappresentanti regionali.

 – Rappresentano le istanze dei giovani impegnati nelle attività di SCN

 – Hanno mandato biennale (ogni anno se ne eleggono due)

 – Sono eletti da tutti i Delegati regionali in carica e presenti all’assemblea

 – Sono rappresentativi di tutte le macro aree territoriali

La Consulta nazionale del Servizio Civile è stata istituita con la Legge 230 del 1998

“La Consulta è un organismo permanente di consultazione, riferimento e confronto per l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile”

La Consulta nazionale è composta da 15 membri nominati con Decreto del Presidente del Consiglio scelti tra:

  • Rappresentanti di enti e organizzazioni, pubblici e privati, che impiegano obiettori di coscienza e Volontari di Servizio Civile Nazionale
  • Rappresentanti degli obiettori di coscienza e dei Volontari, delle Regioni e delle amministrazioni pubbliche coinvolte

Attuale composizione della Consulta: 

  • 8 rappresentanti degli enti e dei loro organi rappresentativi
    • Licio Palazzini Arci Servizio Civile
    • Andrea Pellegrino AMESCI
    • Giancarlo Perego Caritas
    • Fausto Casini CNESC
    • Giuseppe De Stefano Confederazione Nazionale delle misericordie d’Italia
    • Carmelo Cortellaro Proitalia
    • Mario Perrotti UNPLI
    • Davide Drei Federsolidarietà
  • 1 rappresentante della Conferenza Stato-Regioni
    • Giorgio Vallì, Regione Veneto
  • 1 rappresentante del Dipartimento della Protezione Civile della PCM
    • Giovanni Bastianini
  • 1 rappresentante dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani
    • Egidio Longoni
  • 4 Rappresentanti nazionali dei volontari in Servizio Civile
    • Carmelo Interisano
    • Giuseppina Ascione
    • Cristina Peppetti
    • Manfredi Sanfilippo.

I Rappresentanti nazionali, i Delegati regionali, nonché i Rappresentanti regionali non hanno diritto a compensi ma, in occasione delle riunioni della Consulta e delle assemblee nazionali, hanno diritto al rimborso del costo del viaggio e del soggiorno.

Ma come si costituisce la Rappresentanza?

In linea con il dettato della Legge n. 3 del 2003, annualmente l’UNSC provvede ad indire le elezioni dei Delegati regionali e in seguito dei Rappresentanti nazionali dei volontari in Servizio Civile che siederanno in seno alla Consulta Nazionale per il servizio civile.

PRIMA FASE: l’UNSC rende nota l’apertura delle candidature e chiunque lo voglia può decidere di candidarsi alla carica di Delegato regionale per la Regione nella quale sta svolgendo il Servizio Civile. L’adesione avviene per via telematica, attraverso il sito dell’Unsc. È molto importante rispettare le scadenze per non rimanere esclusi.

SECONDA FASE: i candidati avranno modo di fare la propria campagna elettorale attraverso la pubblicazione sul sito dell’UNSC di un programma elettorale e la partecipazione alle assemblee regionali organizzate dalla regione di appartenenza con i delegati regionali uscenti, anche per far conoscere i candidati ai volontari;

TERZA FASE: i volontari possono votare on line sul sito dell’UNSC (utilizzando ID e password presenti sul contratto di avvio al servizio) il candidato prescelto, tra i candidati della propria Regione. Tutti coloro che stanno prestando servizio al momento delle elezioni possono esprimere il proprio voto.

QUARTA FASE: i Delegati regionali eletti, unitamente ai Delegati già in carica, provvedono all’elezione del proprio Rappresentante regionale, scelto tra i neoeletti. La nomina deve avvenire in una riunione convocata con l’ausilio dell’ufficio regionale. Il Rappresentante regionale così eletto non potrà poi candidarsi come Rappresentante nazionale;

QUINTA FASE: tutti i Delegati regionali eletti, convocati a Roma, procederanno a designare i propri Rappresentanti nazionali. Essi sono 4, ognuno dei quali eletto all’interno della macroarea di appartenenza (nord, centro, sud, estero). Ogni anno le macroaree interessate sono due (alternativamente nord-sud e estero-centro).

Delegati regionali e Regione Lombardia

L’Unità Operativa Promozione del Servizio Civile in Lombardia

Attiva dal luglio 2005:

  • organizza corsi di formazione per figure quali sono OLP, progettisti, formatori;
  • gestisce l’Albo regionale ossia l’accreditamento e l’adeguamento degli enti di Servizio civile con sede in Regione Lombardia;
  • valuta i progetti degli enti iscritti all’Albo regionale;
  • assiste a tutto campo gli enti iscritti all‘Albo regionale;
  • eroga informazioni agli attori di Servizio civile;
  • si occupa del monitoraggio e verifica dei progetti di Servizio civile di Regione Lombardia;
  • promuove il Servizio civile all’interno del territorio lombardo;
  • appoggia e assume un ruolo fondamentale per la realizzazione delle assemblee regionali indette con i Delegati regionali per i volontari in Servizio civile.

Per maggiori informazioni scrivi a delegati.lombardia@gmail.com e visita il profilo Facebook “Delegati Volontari Regione Lombardia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.