Decreto Monti e servizio civile: un ordine del giorno per liberare risorse

Che il Servizio civile stia boccheggiando per mancanza di risorse finanziarie è cosa nota a tutti.
Il problema, nella difficile situazione finanziaria dello Stato italiano, è trovare il denaro per fare respirare sia i volontari sia gli enti di Servizio civile.

Una serie di enti di Servizio civile della Lombardia si è concentrata su tale non facile questione, ed ha trovato una prima parziale soluzione a questo  problema.

L’idea è quella di sgravare ogni posizione di Servizio civile da una delle imposte più odiose del fisco  italiano: l’IRAP. 

In tale modo si libererebbero oltre 8 milioni di euro, che potrebbero essere utilizzati non per pagare imposte, ma per avviare al Servizio civile parecchie centinaia di volontari.

La proposta è stata girata ad Erica Rivolta (gruppo parlamentare della Lega Nord) che, insieme ad alcuni suoi colleghi, ha elaborato un apposito ordine del giorno, presentato in occasione della discussione alla Camera dei Deputati del  decreto “Salva Italia”.

L’ordine del giorno è stato accolto dal Governo, ed ora la palla è in mano al ministro Andrea Riccardi, che nei giorni scorsi si è visto assegnare la delega al Servizio civile.

Non possiamo che augurarci che il neo ministro operi celermente per attuare quanto recepito dal Governo: il Servizio civile ha bisogno di risorse concrete, non di belle dichiarazioni!

Potete trovare il testo dell’ordine del giorno a questo link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *